L’energia sudamericana di Mario Venuti sul palco di Piazza Manzioli

 

20-7-2022. Una serata musicale dal sapore tropicale quella offerta ieri dalla CAN di Isola e dal Centro per la cultura, lo sport e le manifestazioni comunale, in seno al Festival “Isola in Musica”. Protagonista del secondo appuntamento del trittico di concerti, il cantautore e musicista siciliano Mario Venuti che ha fatto tappa a Isola in ambito al suo “Tropitalia” tour, per presentare l’omonimo concept album uscito lo scorso autunno. In Piazza Manzioli si è proposto in una versione più intima, accompagnato soltanto dal chitarrista Tony Canto, un importante perno di questo lavoro discografico, in quanto ha curato anche la produzione artistica del disco. Un concerto in crescendo con una scaletta in cui ha intrecciato i maggiori successi della sua carriera quali “Veramente” o “Caduto dalle stelle” e le novità musicali tratte dal nuovo album, che racchiude 11 canzoni, che dagli anni Trenta ai Duemila hanno fatto la storia della musica italiana, riarrangiati e reinterpretati in chiave tropicale. Un progetto dal quale sgorga tutta la passione per la musica brasiliana di Venuti, che ha saputo confezionare per ciascuna canzone un abito autentico che richiama ai ritmi e ai suoni sudamericani. In un’atmosfera che talvolta richiamava le bianche spiagge bagnate da un mare cristallino, altre invece una coloratissima piazza brasiliana in festa, l’artista ha mostrato tutta la sua qualità musicale reinterpretando tra gli altri “Parlami d’amore Mariù” di Tino Rossi, “Il cuore è uno zingaro” di Nicola di Bari, “Quella carezza della sera” dei New Trolls e “Perdono” di Tiziano Ferro. Il pubblico rapito dalle melodie soffuse della bossa nova a quelle più incalzanti della samba, ha omaggiato Venuti e Canto con scroscianti applausi, meritandosi in chiusura ben tre bis, tra i quali una trascinante interpretazione di “Nel blu dipinto di blu” in portoghese.

Testo e foto: Kris Dassena

DSC 0014 DSC 0015

 

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.