Celebrata la ”Madona Granda” di Strugnano

Mercoledì, 14 agosto, si è tenuta s Strugnano la sentita festa religiosa per l’Assunzione in cielo di Maria. Per tradizione ogni anno i fedeli si radunano in preghiera presso il Santuario Mariano di Strugnano, uno dei principali in regione. L’evento venera la Grande Madre, protettrice di tutti i fedeli e ricorda il miracolo della sua apparizione, oltre mezzo secolo fa, sul colle di Strugnano, nel punto dove oggi sorge la chiesa a lei consacrata. I fedeli venerano la sua statua e la sua effige. Il momento centrale delle funzioni sono i canti liturgici, avviati quest’anno dall’Accademia “Stella Maris” del Litorale, che esegue canti e preghiere dedicate alla Santa Madre. È seguita la Santa Messa, officiata dal vescovo di Capodistria, monsignor Jurij Bizjak, assieme agli altri parroci della diocesi capodistriana. Il rito è stato accompagnato dal coro misto “Sveta Lucija”, che ha intonato vari canti liturgici. A Messa conclusa, il vescovo ha guidato la suggestiva fiaccolata verso la croce di pietra a strapiombo sul mare, dove il presule ha impartito la benedizione al mare, a suffragio di tutti i marinai e pescatori scomparsi tra le onde, ma anche per ottenere la protezione della Madonna per queste categorie. La parrocchia di Strugnano ha organizzato la veglia e il giorno dopo le messe, anche in lingua italiana, per i numerosi pellegrini provenienti dalle regioni limitrofe.

Testo e foto di Lia Grazia Gobbo

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: