Ethnoinsula: Giulio Wilson ed il Futuro Remoto della musica

Venerdì, 19 aprile si è tenuto il secondo appuntamento del ciclo di concerti Ethnoinsula 2019, questa volta con un ospite speciale, il cantautore Giulio Wilson e la sua band. Si tratta di un musicista che alle note abbina la sua attività di enologo, vignaiolo indipendente di Firenze, scrive canzoni da quando era bambino e suona vari strumenti come la chitarra acustica, il sax ed il pianoforte. Durante la serata a Palazzo Manzioli è stata presentata la sua raccolta di tracce “Futuro Remoto”, suonata assieme ai validi musicisti Marco Confetti, Tiziano Pellegrino, Alessio Morelli e Adriano Arena. Il concerto si è rivelato molto particolare e speciale, intrattenendo e rallegrando tutti gli spettatori presenti, con interpretazioni simpatiche, emozionanti e ricche di vita. Wilson ha, infatti, spiegato i contenuti delle sue canzoni, ispirate soprattutto da fatti realmente accaduti e scritte tutte da lui, tranne un’unica eccezione. È stato anche il primo concerto di Giulio Wilson a Isola. “Mi sono trovato qui per caso, ma la trovo molto carina” è stato il suo commento a caldo. Il prossimo appuntamento con i concerti a Palazzo Manzioli è previsto per maggio, quando sarà in programma una serata dedicata a Rossini.
TESTO E FOTO: Lia Grazia Gobbo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: