Viaggio nella mia città – la fiaba per avvicinare i bambini al passato

Quest’anno il progetto “Viaggio nella mia città” ha coinvolto i bambini più piccoli. A cura dell’architetto, Chiarastella Fatigato, il laboratorio finanziato dalla Comunità Nazionale autogestita di Isola, è giunto alla sua quarta edizione. Le attività sono state rivolte ai bambini prescolari dell’asilo “Aquilone” (Aquilone rosso e arancione) e delle classi elementari I, IIA e IIB della Scuola elementare “Dante Alighieri”. L’obiettivo di questa serie di progetti è quello di congiungere passato e presente, di ascoltare la città, di avvicinare e cercare di far capire l’importanza del ricordo di chi correva prima di noi fra le viuzze di Isola. Presentare concetti così astratti ai bambini è possibile solo attraverso il gioco e il coinvolgimento. Chiarastella Fatigato ha voluto impostare questa quarta edizione sulla rivisitazione di una fiaba di Puškin, Il pesciolino d’oro, ambientata per l’occasione in una lontana isola dei pescatori. Gli alunni si sono cimentati prima nell’uso della lingua italiana e nella produzione artistica e poi, sul palcoscenico della Sala Nobile di Palazzo Manzioli giovedì 18 aprile, si è potuto apprezzare il loro impegno e la curiosità scatenatasi in loro, mentre tra l’interpretazione di filastrocche e parti teatrali, dove recitavano in dialetto, questi hanno avuto modo di mostrare a genitori, parenti e amici, cosa rappresenta Isola vista dai loro piccoli occhietti vispi. Al termine dello spettacolo, al quale ha assistito tra gli altri anche il presidente della CAN comunale, Marko Gregoorič, è stata anche aperta la mostra sui prodotti artistici dei bambini.
Testo e foto: Vita Valenti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: