IL FINALE DI ISOLA MUSIC FESTIVAL OSTACOLATO DAL MALTEMPO

Il fortunale che venerdì sera si è abbattuto improvvisamente sulle coste e le vie isolane ha ostacolato, ma non impedito del tutto, lo svolgimento dell’ultimo concerto nell’ambito dell’Isola Music Festival 2019. Prima che si scatenasse il finimondo con forti raffiche di vento e una pioggia copiosa, sono saliti sul palco i 40 Fingers, quartetto formato da brillanti chitarristi triestini, accomunati dalla passione per lo strumento e grande abilità tecnica. A presentarli è stata Agnese Babič, coordiantrice della CAN comunale, principale organizzatrice dell’evento assieme al Comune di Isola e al suo Centro per le manifestazioni culturali e sportive. I 40 fingers sono ben noti per i loro numerosi progetti, condotti anche separatamente: Matteo Brenci con Jack Savoretti, Elisa, Jake Barker, The Topix, Emanuele Grafitti con il Canto Libero, Marco Steffè con Gipsy Quartet Remake, Andrea Vittori con The Winged Leaves. Le avverse condizioni atmosferiche hanno consentito loro di svolgere poco più della metà del programma che avevano preparato per gli isolani, ma un tanto è bastato per comprendere le loro grandi doti e la splendida musica che intendevano proporre. Gli scroscianti applausi che hanno fatto seguito ai primi brani hanno fatto capire che i presenti stavano gradendo molto l’esibizione. Assieme a parte del pubblico, i musicisti hanno resistito in un primo tempo stoicamente alla bufera, suonando coperti anche da ombrelli, ma poi hanno dovuto arrendersi tutti, comprese le telecamere di Tv Capodistria che riprendevano il concerto.

TESTO E FOTO: MANDRACCHIO.ORG

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: