La musica isolana dal Molo alla Casa di cultura

Venerdì 7 settembre, il Molo doganale di Isola sarebbe dovuto diventare per la prima volta palcoscenico di un concerto. Sfortunatamente (per ora) il Molo rimane approdo per le barche turistiche o per i pescherecci, siccome l’evento è stato trasferito alla Casa di Cultura di Isola, causa le pessime previsioni meteo. Con una storia portata avanti ininterrottamente da 140 anni, l’Associazione culturale Orchestra di Fiati Isola ha deciso di organizzare un concerto volto a raccogliere fondi per l’acquisto di nuovi strumenti musicali per il complesso. Il concerto si è inoltre incentrato sul dare spazio alle voci isolane che tengono alto il nome della nostra cittadina in tutta la Slovenia, come fa anche l’Orchestra stessa. Hanno così arricchito il programma (in ordine alfabetico) Rudi Bučar, Marina Martensson, Enzo Hrovatin, Lana Hrvatin (che ha da poco intrapreso la carriera musicale) e Drago Mislej – Mef. Il concerto, promosso in collaborazione con il Comune di Isola, la Komunala Isola, il Fondo per la cultura cittadino, il Lions Club Isola, e il Porto di Capodistria, è stato un enorme successo, con numerosissimi spettatori, che pur di non perdere lo spettacolo, stavano in piedi o seduti a terra per tutta la durata dell’esibizione musicale.
Testo e foto: Vita Valenti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: