Spettacolo musicale in omaggio a Mina

10-10-2020. Ieri sera, presso il Teatro cittadino, le sezioni dei “Cantanti” e “Giovani cantanti”, nonché i “Pane e refosco” della Comunità degli italiani “Dante Alighieri”, hanno allestito uno spettacolo musicale dedicato a Mina, che quest’anno compie ottant’anni. La platea del teatro ha accolto il pubblico, purtroppo ridotto causa le disposizioni anti-covid. Tra i presenti, il Console Generale d’Italia a Capodistria, Giuseppe D’Agosto e il Deputato al seggio specifico CNI al Parlamento sloveno, Felice Žiža. Per primi si sono esibiti i “Cantanti”: Robert Radolovič, Branka Bevitori e Vanja Bolčič Makovac, seguiti dal giovane cantante, Matija Penca, istruiti da Evelin Zonta. Si sono alternati sul palco da solisti, ma principalmente in duetti, intonando alcuni tra i maggiori successi della Tigre di Cremona: brani impegnativi degli anni 60 e 70 e quelli più recenti. Con le proprie impeccabili interpretazioni hanno dimostrato scioltezza davanti al microfono e padronanza della voce. Nella seconda parte sono saliti sul palco i “Pane e refosco”, il complesso musicale composto dalla famiglia Pellegrini, eseguendo brani portati al successo da Mina. Le esecuzioni hanno visto alla batteria l’undicenne, Michele Pellegrini, alla chitarra il quattordicenne, Giuseppe Pellegrini, al flauto e voce Chiarastella Fatigato e il portavoce del gruppo, Gianni Pellegrini, voce e chitarra. A sorpresa, ad esibirsi per la prima volta assieme al complesso è stato Massimo Seppi, al basso. Per chiudere il programma le due sezioni unite hanno regalato al pubblico, che più volte ha accompagnato le esibizioni con il battito delle mani, una versione del brano di Battisti, che Mina interpretò, “E penso a te”. Prima della conclusione dello spettacolo, è intervenuto Fiorenzo Dassena, presidente della Comunità degli Italiani, “Dante Alighieri”, che ha ringraziato tutti i presenti e omaggiato i partecipanti, ricordando il prossimo appuntamento per il 23 ottobre, sempre alla Casa di cultura, per la presentazione del volume dedicato a Isola, scritto da Amina e Giorgio Dudine. Ha fatto presente che gli interessati sono tenuti a prenotare, causa il numero limitato di posti, imposto dalle limitazioni anti- Covid.

TESTO E FOTO: MARIELLA MEHLE

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: