Visita dei rappresentanti del Ministero dell’Istruzione

Dall’inizio dell’anno scolastico la scuola elementare “Dante Alighieri”, insieme ad altre 18 scuole, due delle quali appartenenti alle due Comunità nazionali, fa parte del progetto pilota “Introduzione della seconda lingua straniera nel curriculum scolastico e del programma allargato”, il cui scopo è quello di sviluppare un nuovo concetto di organizzazione delle attività nella scuola elementare, concentrandosi principalmente su tre obiettivi: il movimento e la salute per il benessere psicofisico, la cultura e le tradizioni, la vita e il lavoro nella scuola elementare. La nostra scuola è stata scelta fra le prime per essere visitata dai rappresentanti che seguono lo sviluppo del progetto nelle scuole pilota.
Mercoledì 15 maggio abbiamo così ospitato presso la nostra scuola Živko Banjac e Marjetka Loborec Škerl, rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, della Scienza e dello Sport, Renata Zupanc Grom, capo-settore per la scuola elementare, e Alica Prinčič Rohler, capo-unità dell’Istituto dell’Educazione di Capodistria. L’itinerario della visita prevedeva inizialmente un incontro con la preside Simona Angelini, durante il quale era presente anche Sergio Crasnich, consulente pedagogico per la Comunità nazionale italiana presso l’Istituto dell’Educazione di Capodistria; quindi è seguita una visita della scuola, con lo scopo di osservare le diverse attività svolte; infine si è svolto un colloquio con alcuni insegnanti che lavorano nell’ambito del programma e la stessa preside Angelini.
Dall’analisi svolta durante la visita, gli esperti hanno riferito le seguenti osservazioni:
• la nostra scuola è bella, accogliente, spaziosa e colorata, con tanti disegni degli alunni affissi ai muri;
• gli alunni, che hanno salutato cortesemente gli ospiti, hanno dimostrato un comportamento educato e rispettoso;
• il nuovo concetto di organizzazione previsto dal progetto ha portato dei cambiamenti positivi;
• grazie al progetto è stato possibile assumere 1,5 impiegati in più, vista la possibilità di includere nell’obbligo lavorativo settimanale dell’insegnante le ore di attività d’interesse (24 ore);
• grazie alla possibilità di offrire 5 ore di attività sportiva alla settimana, sono state offerte 9 ore di sport in più;
• la scuola sviluppa in modo programmato e intensivo le competenze interdisciplinari, con speciale attenzione al pensiero critico, alla cooperazione e alla comunicazione, alla creatività e alle competenze digitali.
La visita ha dato una conferma dell’ottimo lavoro che viene svolto presso la nostra scuola, che sta affrontando questo nuovo progetto come uno stimolo positivo per rendere l’offerta didattica più ricca, completa e coinvolgente.
TESTO E FOTO: SE DANTE ALIGHIERI

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: